Logo Provincia di Genova. Logo Pro.No.. Logo macchina per scrivere. Salta il menu e vai al contenuto

Via alla stagione di caccia dal 16 settembre in provincia di Genova
CACCIA: DOMENICA L’APERTURA IN PROVINCIA DI GENOVA
Il 16 settembre prende il via la stagione venatoria per i cinghiali - 7.500 il contingente dei capi abbattibili stabilito dalla Provincia di Genova – e per le specie migratorie e stanziali. Sperimentazione a Monte Pennello per il ripopolamento della lepre.
Genova, 12 - Si apre domenica prossima, 16 settembre, la stagione venatoria per il cinghiale e le specie migratorie e stanziali nel territorio provinciale genovese, come previsto dal calendario faunistico-venatorio della Regione Liguria e dai provvedimenti deliberati dalla Provincia, come il numero di capi di cinghiale abbattibili e la sperimentazione di un’area a Monte Pennello per il ripopolamento “autoctono” delle lepri sul territorio. Quest’anno sono 7.500 i cinghiali abbattibili in provincia di Genova e la stagione di caccia a squadre con l’uso dei cani a questi ungulati si svolgerà alla domenica e al mercoledì per concludersi la terza domenica di dicembre (o comunque quando sarà raggiunto il tetto dei nove/decimi del numero dei capi abbattibili, come stabilito dalla legge regionale). “L’alto numero di cinghiali sul territorio – dice l’assessore provinciale Renata Briano – provoca un impatto sempre più pesante sulle coltivazioni agricole e sono ormai fin troppo frequenti gli avvistamenti o gli incontri con questi grossi ungulati in prossimità delle aree urbane. All’esperienza e alla competenza delle squadre di cinghialisti, che svolgono un ruolo importante anche per la gestione del territorio, è affidato un corretto ed efficace prelievo venatorio di questa specie, nel massimo rispetto delle norme e delle misure stabilite per tutelare la sicurezza di tutti, cacciatori e cittadini che in questo periodo frequentano boschi, prati e sentieri”. Per quanto riguarda la lepre, la Provincia d’intesa con i due ATC (Ambiti territoriali di caccia) ha stabilito che, sempre dal 16 settembre, la specie sia cacciabile con modalità differenti: nel territorio dell’ATC 1 (Genova-Ponente) nelle tre giornate fisse settimanali di mercoledì, sabato e domenica con reciprocità nei confronti dei cacciatori provenienti da altre Province, e nel territorio dell’ATC 2 (Genova-Levante) in due giornate, a scelta, tra mercoledì, sabato e domenica e in questo ATC ogni cacciatore non potrà abbattere più di quattro lepri in tutta la stagione venatoria. Sempre per la lepre, nel progetto per la valorizzazione delle zone provinciali di ripopolamento e cattura, è stata inoltre istituita una zona di divieto di caccia a Monte Pennello (unità di gestione della lepre dell’ATC 1 compresa tra i Comuni di Genova, Ceranesi, Masone e Mele) “per favorire il ripopolamento di lepri ‘autoctone’ sul territorio” spiega l’assessore Briano. Dal divieto sono esclusi solo i cacciatori che partecipano alla gestione dell’unità di Monte Pennello, la cui delimitazione è indicata sulle cartine disponibili negli uffici venatori della Provincia in largo Cattanei a Quarto e in quelli dell’ATC 1. In questa stagione sarà anche sperimentata, per quattro domeniche (dal 16 settembre al 6 ottobre, dall’alba alle 13) la caccia alla pernice rossa: ogni cacciatore non potrà abbatterne più un esemplare a giornata e non più di due in tutto il periodo.



12/09/2007 - 11:14 - Pro.No. 2007 767/181/3 - VEN - SV/sv